Giancristiano Desiderio

Bossi bombarda Berlusconi

In politica on 28 aprile 2011 at 12:30 pm

Umberto Bossi non vuole bombardare la Libia e Gheddafi e bombarda il governo Berlusconi. Il capo della Lega non vuole che ci siano bombardamenti aerei e mirati sulla Libia e le sue basi militari, mentre preferisce sorvolare il governo di cui fa parte e fare delle incursioni aeree che hanno già lasciato il segno.

In poche ore il ministro delle Riforme ha detto, dopo l’incontro tra Berlusconi e Sarkozy, che l’Italia è diventata una colonia francese, che non è dicendo sempre sì che si acquisisce peso internazionale e, parlando al telefono con il presidente della Repubblica, che il Consiglio dei ministri non si è mai espresso sui bombardamenti in Libia. Non c’è dubbio: Bossi bombarda il governo e Berlusconi.

E’ inutile stare a girare intorno alla cosa: il governo è in piena crisi. Il Consiglio dei ministri è slittato alla settimana prossima proprio per cercare di metterci una toppa, ma è fin troppo evidente che il dissidio sulla politica estera tra i leghisti e il capo del governo è a dir poco insanabile. Certo, siamo abituati a ogni giravolta possibile. Berlusconi sarebbe anche capace di non aver mai detto di voler bombardare la Libia e di non aver stretto la mano al presidente francese per gli accordi nel Mediterraneo e sulla strategia libica. E’ capace di tutto. Tuttavia, questa volta la frattura è troppo netta e troppo evidente per cercare di far finta di niente: uno dei due, o Berlusconi o Bossi, dovrà mandare giù un boccone amaro se si vuole tenere in piedi ancora il governo.

Le parole di Bossi, affidate anche al giornale di partito La Padania, sono pesantissime per il presidente del Consiglio. Sono pesantissime sul piano politico. Probabilmente nessun leader politico e di partito ha bocciato così pesantemente la politica estera del governo e di Berlusconi come ha fatto Bossi. “Berlusconi  – ha detto Bossi – pensava che dicendo sì a tutto potesse acquisire nuovo peso internazionale, ma è il contrario. Non è bombardando poveracci in Libia che si conta di più. Sei forte solo quando sai dire anche dei no”. Fino a quando la politica estera del governo è criticata e respinta dall’opposizione siamo più o meno nella norma e soprattutto la navigazione dell’esecutivo sul piano parlamentare non ne risente più di tanto; ma quando la politica estera è criticata e bocciata da una parte consistente fino ad essere determinante del governo e della maggioranza, allora, il governo è nella tempesta (tanto per usare un eufemismo e continuare la metafora). E’ proprio questo che più colpisce di questa crisi di governo non annunciata. Mentre Berlusconi è tuttora impegnato a contare i deputati e a coccolare i “responsabili” ecco che il suo alleato più alleato lo critica non a livello locale e nazionale, ma internazionale. Berlusconi non ha ancora finito di sorridere davanti alle telecamere, non ha ancora finito di essere ripreso in diretta nel suo vertice con Sarkozy e non ha ancora finito di spiegare il valore strategico del suo realismo politico che Bossi gli dice che il governo non ha deciso nulla e l’autorevolezza di Berlusconi in politica estera è inesistente. La critica di Bossi non è di contrarietà su un punto, ma di pieno dissenso sulla politica estera del governo Berlusconi. Ecco perché è difficile che questa volta Berlusconi ne possa venir fuori con una simpatica barzelletta delle sue.

Chissà se Berlusconi sarà in grado di fare ciò che Bossi in qualche modo lo invita a fare quando dice “sei forte solo quando sai dire anche dei no”. Sarà capace Berlusconi di dire no a Bossi e alla Lega? O è già pronto a rimangiarsi la parola? Vedremo. Certo è che ora Scilipoti non lo salverà.

tratto da liberal del 28 aprile 2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: